Emprover in action #4 – Per sviluppare le competenze non bastano le conoscenze

Emprover in action #4 – Per sviluppare le competenze non bastano le conoscenze

Molto spesso si dice che le persone, per poter lavorare bene e dare il meglio di sé, devono essere competenti. Ma cosa significa essere competenti in un determinato ruolo o compito?

Dare una definizione univoca di competenza è un compito arduo: per fare chiarezza preferisco quindi  ricorrere al termine utilizzato dalla lingua inglese, “know-how”, che letteralmente significa “sapere-come”.

Questo termine chiarisce che la competenza non è solo conoscenza (il sapere) ma è anche e soprattutto un’abilità (il sapere-come) che un individuo dimostra di avere nello svolgimento di una determinata attività.

Se il sapere può essere appreso attraverso lo studio, il sapere-come è legato all’allenamento e all’utilizzo costante di quel sapere: ed è solo questo che fa la differenza.

Il processo è lo stesso che abbiamo utilizzato imparando ad andare in bicicletta, ma talvolta non è altrettanto divertente.

Ecco perché, per diventare competenze, le conoscenze che ciascuno utilizza in azienda devono essere abbinate alle potenzialità.

Cosa sono le potenzialità?

Le potenzialità sono le risorse che ciascuno di noi ha in quanto essere umano e che, se utilizzate con le conoscenze, ci rendono capaci e, al contempo, realizzati e quindi soddisfatti di quello che facciamo.

Le conoscenze senza le potenzialità non diventano competenze e solo le competenze hanno impatto sulle performance.

Alberto Viola

Da quasi 20 anni è Consulente di Direzione ed Organizzazione. Ha lavorato con svariate aziende italiane ed estere di diversi settori e dimensioni, supportandole in processi di miglioramento delle performance e di cambiamento della cultura aziendale. È ideatore di Emprovement, il primo approccio per l’eccellenza delle tue performance aziendali con il quale puoi ottenere il miglioramento dei processi aziendali, attraverso la crescita e il benessere della tua organizzazione. È autore di “A Gemba! Guida operativa per la produzione snella” e “The Lean Production Notebook – Appunti e spunti sulla produzione snella”.