Hai un business model adatto a sostenere le tue innovazioni?

Hai un business model adatto a sostenere le tue innovazioni?

“Il problema non è mai come farsi venire in mente qualcosa di nuovo e innovativo ma come eliminare le convinzioni vecchie”
Dee Hock (Founder of the Visa Credit Card Association)

La maggior parte degli sforzi e degli investimenti sul fronte dell’innovazione è spesso concentrata sulla ricerca spasmodica dell’idea originale o della nuova tecnologia. La stessa attenzione non è sempre rivolta alle variabili o, se volete, alle opportunità che le combinazioni nuove idee – nuove tecnologie introducono sul modello di business di un azienda. Diventa fondamentale quindi porsi la domanda: la mia idea originale di innovare il mio prodotto/servizio è compatibile con il mio attuale modello di business?

Ancora una volta se si ha l’umiltà e l’intelligenza di guardare e di comprendere le esperienze degli altri, ci si rende conto che ci sono indicazioni tali da limitare quanto meno la probabilità di andare incontro a clamorosi fallimenti.
Basti pensare a casi come Kodak, colosso dell’imaging analogico fino alla fine degli anni ’90, che aveva già intuito e sviluppato in quegli stessi anni le necessarie innovazioni connesse alla diffusione delle fotocamere digitali. Per tale prospettiva aveva già avviato alleanze con Microsoft per cogliere questa opportunità.

Ma da un lato la stima errata del trend di crescita delle fotocamere digitali, dall’altro l’inerzia nel cambiamento della propria organizzazione e della struttura dei costi, baricentrate sui processi legati al business dell’immagine analogica, hanno determinato il fallimento di questa grande azienda nel 2012. Si possono purtroppo citare decine e decine di casi di aziende di grande successo naufragate per motivi analoghi.

Oggi peraltro proprio la continua evoluzione tecnologica, la cultura del web, determinano degli impatti significativi su qualsiasi tipologia di business, offrendo peraltro spesso delle opportunità d’innovazione nell’accesso ai prodotti/servizi di cui ciascuna azienda dovrebbe quanto meno preoccuparsi di verificare.

Gli studi e le ricerche di eminenti studiosi ci hanno fornito nel recente passato degli strumenti per determinare o modificare il proprio modello di business, da Porter che con il modello delle 5 forze ci guida a migliorare la posizione competitiva nel settore di riferimento o a Kim e Mauborgne che con la loro “Strategia Oceano Blu ” ci insegnano che la migliore strategia competitiva è la non competizione.

Il tema di fondo è comunque porsi le domande riguardo a come i tratti essenziali di un modello di business vengono impattati dalla innovazione attraverso le seguenti valutazioni:
• definizione corretta della proposta di valore
• reali destinatari della nuova offerta
• processi e organizzazione che ne sostengono la realizzazione
• sostenibilità finanziaria delle attività

La vera difficoltà non è a mio avviso insita nei meccanismi di analisi ma, al solito, nella capacità di mettersi in discussione, di vedere oltre il noto e confortevole “perimetro di casa” e valutare le coerenze/incoerenze del modello attuale rispetto all’innovazione introdotta.

In ogni caso anche sui modelli di business ci sono stati importanti messe a punto di strumenti che aiutano ad inquadrarne le caratteristiche (ad es. St. Gallen Business Model Navigator).
Ad ulteriore rafforzamento dell’importanza di non trascurare l’impatto del modello di business sul successo dell’innovazione ci sono altri dati a partire dalla ricerca BCG del 2008, in cui si evidenziava che l’innovazione del modello di business è del 6% più profittevole dell’innovazione pura di prodotto/servizio.

In considerazione di ciò nel supportare i nostri clienti nelle strategie di innovazione, il nostro team, all’interno dell’approccio HintNova ha sviluppato una metodologia e degli strumenti di intelligenza artificiale che, integrando le caratteristiche innovative di valore proprie del prodotto/servizio offerto con le caratteristiche del modello di business individuato, ne consentono una valutazione complessiva delle potenzialità di successo.
L’intento è quello di potenziare la “bussola dell’innovazione” in direzione del successo. Non sprechiamo le idee brillanti per paura del cambiamento….

Nello Pucillo

Opera da oltre 25 anni nel campo della Consulenza di Direzione e Organizzazione, maturando, così, un’esperienza che lo ha condotto a lavorare in significativi progetti in ambito di strategia di manufacturing e d’innovazione. Ha condotto progetti strategici in aziende italiane ed estere di diversi settori e dimensioni. Affianca, in qualità di advisor industriale, i CdA di alcune interessanti realtà italiane. È ideatore di HintNova, il primo approccio che mette a disposizione strumenti concreti e originali per intraprendere percorsi d’innovazione di successo, integrando aspetti strategici, organizzativi e di sviluppo del personale.