Come applicare le corrette best practice operative alle varie tipologie di produzioni

Conoscere le best practice operative ed applicarle ad un processo può non bastare. Se si vogliono raggiungere i migliori risultati, bisogna saper riconoscere la tipologia di processo e le sue peculiarità, per poi applicare un corretto mix di best practice.

Produzioni High Mix/Low Volume.

Sono caratterizzate da processi e tecnologie ormai note.

Le marginalità sono relativamente basse.

Le best practice a supporto sono consolidate

 

Produzioni Low Volume/High Mix

Rappresentano un mondo ad alta complessità operativa.

Garantiscono marginalità discretamente elevate, ma solo se si è in grado di garantire processi flessibili.

Esistono alcune best practice operative ma spesso vengono considerate controintuitive e, per tale motivo, non sempre vengono applicate dalle aziende.

 

Produzioni Engineered to Order.

La complessità non si limita alla parte operativa dei processi, ma si estende alla progettazione ed alla supply chain.

La marginalità dipende dal grado di libertà che si vuole lasciare al cliente, e se non si è opportunamente preparati per farlo si rischia il segno meno.

L’applicazione delle best practice tradizionali è complessa, va opportunamente rivista. Bisogna continuamente trovare il corretto equilibrio tra soddisfazione del cliente, grado di customizzazione ed efficienza dei processi.

 

 

Esperto di miglioramento delle performance dei processi, inizia il suo percorso professionale nel settore automotive, per poi spostarsi nella consulenza di direzione. Ha impostato e condotto con successo numerosi progetti di Lean Transformation e Operational Excellence in diversi settori aziendali, dapprima come manager di importanti gruppi aziendali e poi come consulente di direzione. Nel corso degli anni si è specializzato, soprattutto, nell’ottimizzazione delle performance di produzioni su commessa, dove i clienti finali richiedono prodotti ad alto contenuto di customizzazione. È un professionista con un forte focus sul risultato e con una grande capacità di guidare persone e organizzazioni nel raggiungimento di obiettivi sfidanti. È ideatore di ValueXcellence, il primo approccio per il miglioramento delle performance globali della catena del valore, dedicato alle aziende che, come la tua, fanno o intendono fare della customizzazione di prodotto una delle loro principali leve strategiche.

Contatta Carlo Marrazzo per ricevere maggiori informazioni

Iscriviti alla nostra newsletter